News Assicurazioni

Firma dei contratti a distanza, UCA lancia la Blockchain

Scritto da Redazione


La Blockchain  (letteralmente “catena di blocchi”) è un innovativo sistema, sicuro ed incorruttibile, che consente di proteggere dati, contratti, transazioni e firme garantendo la tracciabilità di ogni singola operazione ed è gestibile attraverso qualunque device (computer, tablet o smartphone). Questa procedura è molto più snella e veloce rispetto alle firme FEA attraverso otp o firma grafometrica ed ha un impatto positivo non solo a livello ecologico, per l’eliminazione della carta, ma anche sui tempi di lavorazione per gli intermediari, andando a ridurre il tempo per operazione svolta da chi materialmente emette il contratto assicurativo, riducendo i costi di acquisizione della polizza per l’intermediario stesso. La firma del contratto in blockchain è stata predisposta per i principali prodotti del catalogo Uca: TutelUniCA, TutelAuto, TutelImmobile, UcaTutela Azienda, Prima Tutela Famiglia

L’opzione FIRMA IN BLOCKCHAIN è già attiva dal 15 ottobre, e si affianca alla possibilità di raccolta firma in FEA OTP, per la quale è stata ampliata la gamma dei contratti abilitati. In sintesi, cliccando l’opzione blockcain potrà essere inoltrata una mail o un SMS (a seconda del desiderato) al Cliente che potrà procedere in autonomia alla sottoscrizione del contratto mediante TAG.

Per Rossana Brossa, senior manager Area Organizzazione/IT e responsabile del progetto “siamo di fronte a un ulteriore balzo in avanti da parte della nostra Compagnia, sempre piu’ all’avanguardia per le soluzioni proposte a clienti e rete di vendita. Le peculiarità del sistema FIRMA IN BLOCKCHAIN si prestano alla gestione a 360°dei rapporti contrattuali soprattutto nell’attuale contesto di emergenza , agevolando l’operatività a distanza con estrema trasparenza a favore dei Contraenti/Assicurati, ed eliminando completamente la gestione cartacea dei documenti con snellimento anche dei processi di backoffice degli intermediari.





Source link

Sull'autore

Redazione

Lascia un commento